Isis, Intelligence: "Gran Bretagna possibile obiettivo di attentati"

intelligence-isis-uk.jpg

Estremisti dell'Isis starebbero progettando di attaccare il Regno Unito. A lanciare l'allarme sono fonti di intelligence europea e statunitense, che avrebbero ottenuto informazioni sulla possibilità concreta di possibili azioni terroristiche a Londra. La notizia è stata confermata anche dall'analista della Cnn Paul Cruickshank.


Secondo quanto riferito da Cruickshank sull'emittente americana, militanti dello Stato Islamico sarebbero sul punto di tornare in Gran Bretagna per mettere in atto degli attacchi. Si tratterebbe di foreign fighters pronti a fare ritorno in Europa. Ricordiamo che l'Inghilterra, insieme alla Francia e al Belgio, è il paese Ue dal quale parte il maggior numero di miliziani verso la Siria e l'Iraq.

Ovviamente, l'innalzamento del rischio attentati nel Regno Unito è collegato alla scelta del Parlamento inglese di prendere parte ai bombardamenti in Siria. Scelta fortemente sostenuta dal premier David Cameron, e appoggiata da parte del partito laburista.

Alle informazioni dei sevizi segreti, si sono aggiunti poi molti messaggi circolati su internet. Mentre l'aviazione inglese colpiva nelle ultime ore, al confine tra Iraq e Siria, sei obiettivi dell'Isis, slogan come "Londra dopo Parigi" sono apparsi più volte in rete. Un altro dei messaggi online intercettati è "Non prendetevela con l'Islam quando vi colpiremo".

Difficile dire se i segnali che arrivano dalla rete siano riconducibili "solo" a simpatizzanti del Daesh o se la minaccia è concreta. Certamente Cameron rischia di mettere in gioco la sua credibilità se qualcosa dovesse andare storto. Quando ha presentato a Westminster la richiesta di entrare nel conflitto siriano, ha ribadito che l'intervento militare è strettamente connesso alla salvaguardia della sicurezza interna.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO