Usa, nasce il primo canale per televendite di armi: Gun Tv

gun-tv.jpg

I 14 cadaveri della strage di San Bernardino sono ancora caldi, ma negli Stati Uniti il business delle armi non si ferma. Il prossimo 20 gennaio, infatti, partirà il primo canale per televendite di armi: Gun Tv. Attraverso l'emittente, il pubblico potrà comprare munizioni, pistole, fucili.

Il meccanismo di acquisto è facilissimo: vedi, paghi con carta di credito e ricevi. Ovviamente la merce non ti sarà recapitata come una pizza alla porta di casa. L'acquirente dovrà recarsi nel negozio di armi più vicino alla sua abitazione e ritirarala. Qui il venditore, prima di consegnare l'ordine, farà sottoscrivere le necessarie autorizzazioni al “cittadino americano armato e più sicuro”.

Valerie Castle, che ha fondato il canale insieme a suo marito Doug Bornstein, ha difeso la sua scelta, parlando con il quotidiano inglese Guardian. A tale riguardo, l'imprenditrice ha detto alla testata: "abbiamo valutato l'opportunità di una necessità, non di crearne una nuova. La stragrande maggioranza degli americani che possiedono oggi un’arma per sicurezza, per andare a caccia o per sparare agonisticamente è gente responsabile”.

Gun Tv avrebbe dovuto iniziare a trasmettere i suoi programmi prima da Natale, per intercettare quella fascia di clienti che gradirebbe mettere sotto l'albero un'arma invece di un maglione o di uno smartphone. Poi tutto è stato rinviato a gennaio, ma Bornstein è convinto che gli affari, già dal primo momento, potranno andare lo stesso a gonfie a vele.

Il segnale del canale sarà diffuso via cavo e via satellite in ogni Stato americano. La tv trasmetterà dalla California, ma la sede legale della società produttrice, denominata Social Responsability Network, è nel Delaware. Il palinsesto andrà in onda dall’una di notte alle sette del mattino. Tuttuavia nel giro di qualche mese si punta ad arrivare alle 24 ore di programmazione.

Il sito di Gun Tv è già online. Qui si può trovare una guida facile sui prodotti, sulle modalità di pagamento, sull'assistenza clienti. E poi, quando i programmi saranno in onda, ci saranno anche le immancabili offerte.

Insomma, il business delle armi sembra inscalfibile negli Stati Uniti: proprio in questi giorni il Senato ha respinto degli emendamenti che volevano limitarlo. E Barack Obama è rimasto isolato nella sua battaglia per introdurre nuovi strumenti normativi che reprimano la vendita di pistole e fucili.

Ricordiamo che la maggioranza degli americani non è d'accordo con una revisione del secondo emendamento (ovvero il diritto a possedere armi, presente nella Costituzione del 1791). Tale contrarietà è il frutto di una radicata convinzione culturale, alimentata dal marketing della lobby delle armi: la National Rifle Association. Quest'ultima, lo evidenziamo, finanzia moltissimi esponenti Repubblicani, ma anche Democratici, che naturalmente fanno in modo di non mettere in discussione i suoi interessi.

E poco importa se negli Stati Uniti ci si uccida 297 volte in più che in Giappone, 49 volte in più che in Francia e 33 volte in più che in Israele. Le 85 sparatorie che avvengono ogni giorno in America e le 30mila vittime di armi da fuoco all'anno non producono cambiamenti significativi nella sensibilità statunitense.

L'amore per le armi di alcuni rappresentanti politici americani, ma ormai sta pericolosamente diventando una moda anche da noi in Italia, può sconfinare perfino nel parossismo. Una deputata repubblicana dell'assemblea del Nevada, Michele Fiore, ha pubblicato il 30 novembre scorso, sulla sua pagina Facebook, una cartolina di auguri di Natale. Nella foto postata si trova insieme ai suoi familiari, e tutti mostrano delle armi in pugno.

"Tocca agli americani proteggere l’America noi siamo solo una normale famiglia americana. Con amore e libertà, Michele”, scrive la politica di Las Vegas.

It's up to Americans to protect America. We're just your ordinary American family.-With love & liberty, Michele

Posted by Michele Fiore on Lunedì 30 novembre 2015

Credit Photo | guntv.tv

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO