Daniela Santanché, il vestito verde e l'Isis: "Li sfidavo perché è il loro colore"

santanche-scala.jpg Si continua a parlare del vestito verde indossato da Daniela Santanché alla Prima della Scala, con i tanti meme pubblicati sul web (noi proponiamo quello su Happyblog) e l'intervento di Maurizio Crozza su La7. Ad intervenire sul tema anche la stessa Santanché, che in diverse occasioni nelle ultime ore ha spiegato la sua scelta di stile.

Su Twitter ha semplicemente "ringraziato tutti".


Ieri all'Adnkronos ha detto:

"Da tanti anni non andavo alla Scala e bisognava dare un segnale che non abbiamo paura di nessuno, tantomeno dell'Isis. In questo senso il verde richiama, naturalmente, Giuseppe Verdi, ma è anche il colore della speranza".

Oggi ulteriore chiarimento a Password di Rtl 102.5:

"Ho voluto esserci perché siccome era uno dei possibili obiettivi sensibili dell’ISIS volevo far vedere che non bisogna avere paura e li ho sfidati indossando il loro colore, perché il verde è il loro colore. La gente magari non conosce e non riflette, ma io la scelta del colore l’ho fatta su questa decisione, li sfidavo con il loro colore, all’ingresso alla Scala, dove c’era la sicurezza, i cecchini sul tetto e tutto, ho voluto dare un segnale: ci sono, non ho paura, non si cambia le abitudini, dobbiamo combattere e vincere".

Bisogna sottolineare come il verde non sia "il colore dell'Isis" ma un colore simbolo dell'Islam.

Foto: Instagram - Daniela Santanché

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO