Terrorismo: Los Angeles, scuole chiuse. La "credibile minaccia" è arrivata via e-mail

USA: chiuse tutte le scuole di Los Angeles per una "concreta minaccia terroristica"

gettyimages-499664548.jpg

Aggiornamento ore 20:06 - A quanto pare la minaccia ritenuta non credibile dalla polizia di New York sarebbe stata molto simile a quella che invece a Los Angeles hanno preso sul serio decidendo di chiudere tutte le scuole. Il capo della polizia di NY è certo si sia trattato di un falso allarme, mentre il capo della polizia di LA continua a difendere la sua decisione, definendo "irresponsabile" chi lo sta criticando per aver deciso di non correre rischi. Probabilmente solo delle indagini più approfondite potranno chiarire questa vicenda. In rete c'è anche chi ipotizza si tratti di uno "scherzo" ispirato da una puntata di Homeland, celebre serie tv americana prodotta da Showtime, ispirata alla serie israeliana Hatufim.

Aggiornamento ore 19:00 - Emergono nuovi dettagli sull'allarme terrorismo scattato nella mattina di oggi a Los Angeles, che ha comportato la chiusura di tutte le scuole per una "credibile minaccia terroristica". A dare l'allarme è stato Ramon Cortines, soprintendente scolastico, che alle 6:30 ha ricevuto una email da parte di un anonimo nella quale si parlava di una o più bombe in "zainetti, pacchi o altri oggetti" lasciati in alcuni campus scolastici. Stando alle prime verifiche il messaggio sarebbe stato inviato attraverso un provider internet tedesco, più precisamente da Francoforte.

Dopo la decisione di tenere chiuse le scuole, le autorità stanno indagando senza farsi prendere eccessivamente dall'ansia. La minaccia potrebbe non rivelarsi seria, ma essere solo il prodotto della mente di un "raffinato" mitomane. Anche la polizia di New York ha annunciato di aver ricevuto delle minacce in queste ore, ma di aver avuto elementi per non ritenerle credibili. Il capo della polizia, William Bratton, ha invitato tutti a non farsi sopraffare dalla paura.

Altri allarmi sono scattati in altre zone del Paese, ma per il momento non è ancora chiaro se si tratti di reali minacce o più probabilmente di un effetto psicosi.

Los Angeles, scuole chiuse per "credibile minaccia terroristica"

Ore 16:45 - Le autorità di Los Angeles hanno deciso di non aprire le scuole oggi a causa di una "credibile minaccia terroristica". La decisione è stata presa pochi minuti fa, alle ore 7 del mattino locali, quando il distretto scolastico della città ha richiamato tutti gli scuolabus già in strada per farli rientrare nei depositi. Resteranno dunque a casa i 640mila studenti iscritti alle scuole di ogni ordine e grado, sospendendo così l'attività didattica del secondo distretto più grande degli Stati Uniti. E' stato anche chiesto di "stare lontani dai campus scolastici" della città.

A momento non si conoscono ancora ufficialmente le motivazioni esatte che hanno portato a prendere questa decisione, ma secondo il Los Angeles Times si tratterebbe di un allarme bomba. Il soprintendente Ramon Cortines ha spiegato che la minaccia riguardava "molte scuole" ed era rivolta agli studenti, spiegando così la decisione presa: "Credo sia importante prendere le precauzioni necessarie, visto cosa è successo recentemente e in passato... prima che la giornata sia finita, voglio che tutte le scuole siano ispezionate per renderle sicure per domani, per accogliere bambini e staff". Steve Zipperman, presidente del distretto scolastico, ha confermato questa ricostruzione spiegando che l'FBI è già al lavoro sul caso.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO