I funerali in chiesa di Licio Gelli, massone e scomunicato

Oggi alle 15 ci saranno in funerali di Licio Gelli alla chiesa della Misericordia di PIstoia. Nonostante il capo della P2 fosse un massone, e in quanto tale scomunicato.

licio-gelli-272475.jpg

Lo strano caso dei funerali di Licio Gelli. L'ex gran maestro della loggia massonica P2 verrà infatti ricordato oggi nei funerali che si terranno alle 15 alla chiesa della Misericordia di Pistoia, per decisione della Diocesi della città toscana.

Una strana decisione, che desta perplessità e per la quale sono state chieste spiegazioni, visto che Licio Gelli, in quanto massone, è automaticamente scomunicato dalla chiesa Cattolica.

Il vescovo ha preferito non pronunciarsi, mentre l'avvocato di Gelli ha ricordato come l'uomo fosse molto religioso. Aspetto che, però, ha ben poco di rilevante ai fini della decisione della Diocesi.

Come scritto in una dichiarazione della Congregazione della Dottrina per la Fede del 1983, quando era guidata da Ratzinger, l'iscrizione alla Massoneria è vietata ai fedeli: "Rimane pertanto immutato il giudizio negativo della Chiesa nei riguardi delle associazioni massoniche, poiché i loro principi sono stati sempre considerati inconciliabili con la dottrina della Chiesa – è scritto nel documento – e perciò l’iscrizione a esse rimane proibita. I fedeli che appartengono alle associazioni massoniche sono in stato di peccato grave e non possono accedere alla Santa Comunione".

La stessa dichiarazione ricorda come "non siano possibili deroghe". La scomunica, quindi, è automatica. E chi è scomunicato non ha diritto a esequie e addirittura alla sepoltura in luogo consacrato. Regola che vale in generale per i "peccatori manifesti" e che nel passato è stata applicata a Priebke, ex gerarca nazista, e a Welby, "colpevole" di aver chiesto e ottenuto l'eutanasia.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO