Crolla miniera in Cina: il presidente della società estrattiva si toglie la vita

001cina.jpg

domenica 27 dicembre - Congbo, il presidente della Yurong Commerce and Trade, la società che gestiva la miniera cinese di gesso crollata il giorno di Natale nella provincia orientale dello Shandong si è suicidato buttandosi in un pozzo. Finora c’è stata una sola vittima, ma altre 17 persone delle 29 presenti sul posto al momento del crollo sono ancora intrappolate sottoterra. Sono undici, fino a questo momento, le persone che le forze di soccorso sono riuscite a mettere in salvo.

Le autorità cinesi sono molto severe riguardo ai responsabili di grandi tragedie sul luogo di lavoro e Congbo rischiava una pena esemplare.

L’uomo stava aiutando i soccorritori quando, preso dalla disperazione, ha deciso di togliersi la vita. Ieri, sabato 26 dicembre, i soccorritori sono riusciti a trarre in salvo 11 lavoratori rimasti intrappolati, ora si lotta per salvare le vite di coloro che sono ancora sottoterra.

Secondo le prime ricostruzioni, l’incidente sarebbe stato causato dal crollo di una vicina area di scavo.

Secondo i dati ufficiali raccolti in tutto il mondo, le vittime di incidenti all’interno di miniere nel 2015 sono state 931.

venerdì 25 dicembre - Secondo quanto riferiscono i media cinesi citando fonti delle autorità locali della città di Baotai, nella contea di Pingyi nella provincia di Shandong in Cina, almeno 19 persone risulterebbero disperse in seguito al crollo di una miniera di gesso.

Le ragioni del crollo sarebbero ancora sconosciute: secondo quanto riporta RaiNews riferendo le prime scarne informazioni l'incidente si sarebbe verificato poco prima delle 8 di questa mattina con il crollo delle pareti della miniera. Quattro persone sarebbero state messe subito in salvo mentre altre sei sono state individuate e i soccorritori stanno tentando di raggiungerle.

Il crollo di oggi arriva a pochi giorni dalla frana che domenica scorsa ha travolto un centro industriale a Shenzhen. L'incidente nella miniera, di proprietà della società Yurong, è stato probabilmente causato da un altro crollo che ha colpito una cava di gesso vicina, ha detto il portavoce, stando a quanto riporta LaPresse.

(in aggiornamento)

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO