Attraversa il Pacifico remando per sette mesi

John Beeden ha remato da San Francisco all’Australia: 7400 miglia nautiche in 209 giorni

John Beeden è diventato quest’oggi il primo uomo al mondo ad avere attraversato l’Oceano Pacifico a remi. Il 53enne britannico - che nel proprio curriculum aveva già una traversata Atlantica dalle Canarie alle Barbados in 53 giorni – ha remato per ben 7 mesi, da San Francisco all’Australia, senza alcuna sosta. L’uomo ha impiegato 209 giorni per coprire le 7400 miglia nautiche fra San Francisco e Cairns, località del Queensland australiano.

Ad attenderlo alla meta vi erano sia la moglie canadese Cheryl che le due figlie adolescenti.

“A un certo punto ho creduto di non poter più andare avanti e ho dovuto remare e remare, sempre spinto indietro dalla corrente di centinaia di miglia che avevo già percorso e che ho dovuto fare di nuovo ogni volta”

ha raccontato dopo aver rimesso piede a terra dopo i sette mesi trascorsi sulla barca Happy Socks che gli aveva già consentito di attraversare l’Atlantico nel 2011. La Happy Socks è lunga sei metri ed è dotata di strumenti di comunicazione alimentati con i pannelli solari.

Beeden sperava di arrivare in Australia a metà novembre, ma si è dovuto confrontare con le avverse condizioni climatiche del Pacifico che ne hanno differito l’arrivo alla meta di oltre un mese.

Per portare a termine la sua impresa, Beeden ha remato per 15 ore al giorno.

Trentatré anni fa, nel 1982, l’inglese Peter Bird tentò la stessa impresa di Beeden, ma dovette arrendersi dopo 294 giorni di traversata. Quattordici anni dopo, nel 1996, scomparve nel tentativo di attraversare il Pacifico dalla Russia alla West Coast statunitense.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO