Prime pagine di oggi, martedì 29 dicembre 2015

Smog e misure antismog. É questo il tema del giorno, riuscito a conquistare con poche eccezioni le prime pagine dei principali quotidian in edicola mentre le principali città italiane limitano o bloccano la circolazione.

Corriere Della Sera titola “Smog, l’appello dei sindaci” e dà conto delle varie misure adottate da una parte all’altra del Paese. Spazio anche all’espulsione dal Movimento 5 Stelle di Fucksia. Titolo simile per La Repubblica: “Smog, nasce il fronte dei governatori. No blocchi selvaggi, ecco le regole”. Trovano spazio anche le parole di Matteo Renzi, che non esclude un intervento militare in Libia contro l’IS.

Anche dove non c’è “emergenza”, si parla comunque di smog. Il Gazzettino spiega ai propri lettori che nel Nordest lo smog resta entro i limiti, ma come notizia principale opta per “Pensioni e tariffe, ecco cosa cambia”, per poi spiegare nell’occhiello: “Dal 2016 le donne lavoreranno 22 mesi in più, l’uscita per vecchiaia a 65 anni e mezzo”.

Il Mattino si concentra sulla situazione smog a Napoli, col sindaco De Magistris che sottolinea come Roma e Milano si trovino in una situazione peggiore. E a parlare di quella di Roma ci pensa Il Tempo, “Tira una gran brutta aria”, che arriva a parlare di 4 decessi al giorno nella Capitale.

Il Giornale è convinto di aver scoperto la verità sullo smog e nell’occhiello spiega: “Dicono che l’inquinamento è colpa del disboscamento, ma in Italia non ci sono mai stati tanti alberi. E anche sull’aumento dei morti nel 2015 raccontano le solite bufale ambientaliste”.

Smog anche in apertura de Il Fatto Quotidiano, che titola: “Smog, il governo si è scordato i test sulle auto che inquinano”. Il Messaggero, invece, affronta la questione dal punto di vista dei trasporti pubblici e titola: “Smog, sconti su bus e metro”.

la_repubblica-2015-12-29-56820b55cc934.jpg

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO