Previsioni meteo gennaio 2016: prime piogge e prime nevicate

Che tempo farà dopo Capodanno e fino all'Epifania? In arrivo freddo e pioggia, che abbasseranno i livelli di smog.

2 gennaio 2016 - Come già previsto nei giorni scorsi, le prime perturbazioni hanno raggiunto l’Italia, portando nevicate più o meno intense su tutto il nord del Paese: fino in pianura su Lombardia e Piemonte e partire dai 300/500 metri sulle altre regioni del settentrione.

Il centro Italia deve invece fare i conti con la pioggia, da giorni desiderata a causa dell’alto livello di smog. Da oggi si prevedono piogge sparse su Lazio, Marche, Abruzzo e Molise, con neve sopra i 1200 metri. Pioggia anche tra Campania e Calabria, nelle prossime ore in arrivo anche nell’area del Gargano.

Domani, domenica 3 gennaio 2015, la situazione migliorerà un po’ ovunque - qualche nevicata nelle regioni del nord-est e temporali in Campania e Puglia - mentre lunedì si avrà un nuovo peggioramento che proseguirà almeno fino all’Epifania, mercoledì 6 gennaio 2016.

Gennaio 2016, arrivano le prime piogge

Come sarà il tempo nei primi giorni del nuovo anno? Gli occhi di tanti sono rivolti al cielo, soprattutto nella speranza che un po' di vento e qualche pioggia abbassino il livello di smog nelle città, visti anche i ben pochi effetti sortiti da questi giorni di blocco auto e targhe alterne. Va detto che le cose cambieranno, anche se non nella maniera drastica che servirebbe per riportare l'inquinamento sotto la soglia di guardia.

Fino a oggi, il super anticiclone che ha caratterizzato questi ultimi due mesi, ha dominato su mezza Europa, ma dopo Capodanno finalmente arriveranno le prime perturbazioni atlantiche, sotto forma soprattutto di vento e freddo, mentre le precipitazioni saranno assai ridotte. In particolare, una massa d'aria di origine siberiana si sta espandendo sull'Europa orientale, e anche se non raggiungerà direttamente l'Italia, riuscirà un po' a movimentare l'aria.

A partire dal primo giorno del nuovo anno, qualche fiocco di neve farà la sua comparsa sui rilievi orientali, mentre un po' di pioggia scenderà sull'Italia centrale. Nel complesso, comunque, il tempo rimarrà sereno-variabile. Qualche pioggia in più si farà vedere sabato 2, quando ci saranno un bel po' di nevicate su tutte le Alpi e piogge anche intense su tutto il centro-nord, con temporali sulla costa tirrenica fino al Lazio. Al sud, invece, poche piogge e tempo sereno in Sicilia e Calabria.

Domenica 3, però, il tempo miglior già, lasciando qualche strascico di pioggia al nord e arrivando, con bassa intensità, anche al sud e sulle isole. Le piogge prenderanno maggiore consistenza a partire da lunedì 4, con nevicate e piogge sulle Alpi, precipitazioni diffuse sul centro Italia (con anche parecchi temporali) e piogge anche sulla Sicilia.

Non ci sarà quindi quel cambiamento drastico che servirebbe davvero ad abbassare i livelli di smog, ma si fa notare che, comunque, il cambio d'aria e le piogge saranno utili a "movimentare" l'aria e migliorare le condizioni generali. Inoltre, le temperature subiranno un netto calo, portando davvero l'inverno in Italia, che finora si è visto ben poco.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO