Carta d'identità elettronica: arriva dopo quasi 20 anni d'attesa

È stata ideata nel 1997 e più volte sperimentata.

La carta d'identità elettronica

Il ministero dell'Interno ha pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il decreto sottoscritto il 23 dicembre 2015 con il quale sono state stabilite le norme per l'emissione della carta d'identità elettronica.
Era attesa da quasi 20 anni e da quando è stata ideata, nel 1997, ha registrato varie sperimentazioni e qualcuna è stata anche rilasciata, ma ma non sono mai state messe a punto fino ad ora le procedure per l'implementazione definitiva dell'operazione di rilascio.

Una commissione ad hoc si occuperà di fissare le tappe per un piano di rilascio graduale delle nuove carte d'identità che avranno come caratteristiche principali rispetto alla versione cartacea la possibilità per i maggiorenni di indicare la volontà di donare gli organi, la presenza delle impronte digitali (tranne che per i bimbi), un Pin che servirà per accedere ai servizi online dedicati e un microprocessore per la memorizzazione dei dati. C'è da dire che anche sulle carte d'identità in vigore c'è lo spazio per l'impronta digitale, ma non è mai stato riempito.

Nel decreto Enti locali della scorsa estate il governo Renzi ha previsto delle specifiche risorse da destinare al progetto della carta d'identità elettronica. Tuttavia questo tipo di documento, che sarà rilasciato in sei giorni, non sarà obbligatorio.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO