Le prime pagine di oggi, venerdì 5 febbraio 2016

La rassegna stampa dei principali quotidiani in edicola.

La morte in Egitto di Giulio Regeni tiene banco su tutte le prime pagine dei quotidiani in edicola, che si interrogano sul mistero del suo decesso e sui possibili responsabili. Il ragazzo, ricercatore a Cambridge, collaborava con il manifesto. Ed è proprio il quotidiano ad affermare che "la pista più probabile" è quella di un arresto sommario della polizia nel quinto anniversario di piazza Tahrir.

"Il testimone", titola infatti il manifesto: "Troppi i punti oscuri nelle indagini, la pista più probabile è un arresto sommario da parte della polizia egiziana nel quinto anniversario di piazza Tahrir, in un paese precipitato nell'abisso della repressione, con più di 600 desaparecidos". Anche La Stampa prova a tracciare una ricostruzione simile: "Giulio, polizia egiziana sotto accusa". Il Fatto Quotidiano punta direttamente al presidente egiziano: "Giulio torturato e ucciso: le bugie dell'alleato Al-Sisi".

Pochi i quotidiani che dedicano ad altri temi il titolo di prima pagina. Tra questi, c'è Libero: "Banche: noi perdiamo i soldi, loro se ne fregano". Stesso argomento per Il Giornale: "L'altalena delle borse: qualcuno ci sta rubando i soldi". Il Tempo, invece, si occupa della questione romana degli affitti: "Affittopoli, la lista di Tronca. Aperte due nuove inchieste".

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO