Taiwan, terremoto di magnitudo 6.4: il bilancio è di 114 morti, 3 dispersi e 550 feriti

13 febbraio 2016 - I corpi finora recuperati dai soccorritori sottolio le macerie di un edificio crollato a causa del sisma di una settimana fa in Taiwan sono 114, ma ancora tre persone abitanti nel complesso residenziale di Wei-Kuan risultano disperse. Il bilancio dei feriti è invece di 550 e tra questi 280 sono stati estratti proprio dalle macerie dell'edificio di sedici piani, l'unico crollato completamente a causa del terremoto.

7 febbraio 2016 - Si aggrava ulteriormente il bilancio del terremoto che ha colpito Taiwan. Le autorità locali hanno confermato oggi che il numero delle persone rimaste uccise dai crolli provocati dal sisma è salito a 26, mentre quello dei feriti è salito a 500.

Col passare delle ore si fanno sempre più vane le speranze di trovare ancora in vita qualcuno tra i 120 ancora intrappolati tra le macerie dell’edificio Weiguan Jinlong di Tainan, anche se una manciata di ore fa, a 30 ore dal crollo, i soccorritori sono riusciti a trarre in salvo un ragazzo di 20 anni e una bambina di appena sei mesi.

18.15 - Il bilancio attuale è di 14 morti e oltre 400 feriti. Il bilancio è ancora provvisorio.

15.55 - Finora le persone salvate sono 221, delle quali 115 sono ferite. Tra di loro ci sono molti bambini. Il bilancio dei morti resta fermo a sette.

12.05 - L’attenzione dei soccorritori si sta concentrando in queste ore nell’area in cui sono crollati due edifici, parte dello stesso complesso residenziale. È dalla macerie di quei due palazzi che sono state recuperate cinque delle sette vittime accertate del sisma di questa notte ed è lì, dicono i soccorritori, che sarebbero intrappolate almeno 30 persone.

Altre due persone, lo riferisce la stampa locale, sono decedute in altrettanti parti della città a causa dei detriti caduti in strada.

10.30 - È salito a sette il numero delle persone rimaste uccise in seguito alla scossa di terremoto che ha portato stanotte al crollo totale di due palazzine e a quello parziale di altri cinque edifici di Tainan.

Il bilancio dei feriti, mentre le operazioni di soccorso procedono senza sosta, è salito a circa 300 persone.

8.30 - Una violenta scossa di terremoto ha provocato nella notte il crollo di diversi edifici nella città taiwanese di Tainan, portando alla morte di almeno 5 persone e al ferimento, secondo le ultime stime, di circa 155 persone.

La scossa, di magnitudo 6.4, è stata registrata alle 20.57 di ieri, ora italiana, con epicentro localizzato nell’area sud di Taiwan, ma è stato avvertito chiaramente su tutto il territorio della Repubblica di Cina, anche nella capitale Taipei all’estremo nord.

I danni maggiori - così come il maggior numero di morti e feriti - sono stati registrati a Tainan, la quarta città più popolosa di Taiwan, dove sono crollate due palazzine residenziali di 17 piani in cui vivevano, secondo le stime, almeno 60 famiglie per un totale di 200 persone. Quattro di loro, compreso un bambino, sono deceduti nel crollo, mentre 155 sono state tratte in salvo, ferite in modo più o meno lieve.

Le operazioni di soccorso proseguono ormai da ore e al momento il numero delle persone tratte in salvo è di 220.

(in aggiornamento)

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO