Airbus 340-500, Alitalia sull’aereo del Presidente del Consiglio: “Non comporta alcun costo per noi”

matteo-renzi.jpg

A pochi giorni dalla consegna dell’Airbus 340-500 di Etihad preso in leasing dal Governo italiano, Alitalia ha diffuso una nota per precisare che l’intera operazione non ha comportato alcun costo per la compagnia aerea italiana, di cui Etihad Airways è azionista al 49%:

In merito all’aereo A340-500 a disposizione del Governo italiano, anche a seguito di alcune indiscrezioni di stampa, Alitalia tiene a precisare quanto segue: l’aeromobile, nella disponibilità di Alitalia in base ad un accordo con il proprio partner industriale, sarà destinato al servizio dei Voli di Stato in conseguenza di un contratto di leasing – stipulato alle usuali condizioni di mercato – tra Alitalia e il Ministero della Difesa.
Alitalia si è impegnata a garantire la manutenzione ordinaria nell’ambito del contratto di leasing. L’intera operazione non comporta alcun costo per Alitalia.

Oggi l’Huffington Post, citando stralci di un articolo del Fatto Quotidiano di qualche giorno fa, si chiede: “Chi paga l'aereo di Stato di Matteo Renzi?”. La risposta è il Governo italiano, anche se al momento i dettagli dell’operazione non sono stati resi noti, se si esclude la precisazione di Palazzo Chigi in cui viene comunicato che l’operazione si è svolta “alle condizioni di mercato”.

Il quotidiano diretto da Lucia Annunziata avanza un dubbio - “se il canone di leasing fosse molto elevato, sarebbe un favore del Governo a Etihad, se fosse molto basso, simbolico, sarebbe un favore di Etihad al Governo” - e dà conto dell’interrogazione parlamentare presentata a tal proposito dall’ex ministro della Difesa Antonio Martino, che si chiede come mai non sia stata indetta una gara e perchè si sia deciso di optare per un velivolo grande come quello, impossibile da sistemare nell’aeroporto romano di Ciampino.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO