USA, morto il giudice della Corte Suprema Antonin Scalia

antonin-scalia.jpg

Antonin Scalia, storico giudice della Corte Suprema degli Stati Uniti d’America, è deceduto ieri a Marfa, in Texas, all’età di 79 anni, lasciandosi alle spalle un vuoto che andrà colmato in tempi brevi, uno dei nove posti della più alta corte federale degli Stati Uniti.

Il giudice, nominato dal presidente Ronald Reagan nel 1986, è morto nel sonno in Texas, dove si trovava per partecipare a una battuta di caccia.

Scalia, primo italo-americano a ricoprire quella carica, era uno dei pilastri dell’ala conservatrice della Corte Suprema - 5 i membri conservatori contro 4 più liberali - e la sua dipartita potrebbe rappresentare l’occasione perfetta per bilanciare il potere della Corte Suprema più a sinistra, verso politiche più liberali che potrebbero dare una sferzata agli ultimi sforzi di Barack Obama prima di lasciare la presidenza.

Il Presidente Obama, nell’esprimere le condoglianze alla famiglia di Scalia ed elogiare il suo pensiero di giudice, ha precisato che nominerà quanto prima un successore, anche se per ovvi motivi i repubblicani hanno chiesto di lasciare questo compito al prossimo presidente, lasciando vacante quel posto da qui al prossimo novembre:

Avrò tutto il tempo per farlo e per dare modo al Senato di svolgere il proprio dovere e dare a quella persona un’udienza giusta e un voto tempestivo.

corte-suprema-stati-uniti.jpg

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO