Randers (Danimarca): carne di maiale "obbligatoria" nelle scuole, anche per i figli degli immigrati

Migrants, mainly from Syria, make their way to board a train to Sweden at the train station in Padborg, Denmark on September 10, 2015.  AFP PHOTO / SCANPIX DENMARK / CLAUS FISKER   +++ DENMARK OUT +++        (Photo credit should read CLAUS FISKER/AFP/Getty Images)


Nella cittadina di Randers, in Danimarca, la destra ha vinto la cosiddetta "battaglia delle polpette". D'ora in avanti, la carne di maiale sarà "obbligatoria" negli asili nido e nelle scuole. Il sindaco del Partito Liberale, che gode dell'appoggio esterno della fazione di estrema destra Dansk Folkeparti, ha fatto passare una delibera che impone di servire nelle mense carne suina per tutti. Anche per i figli degli immigrati islamici. Ora la parola passa ai Consigli dei genitori, che nel paese nordico hanno l'ultima parola su decisioni del genere.

Il sistema "socialdemocratico" danese ormai si sta sfaldando, e con esso i suoi valori cardine. Al governo nazionale, nel 2015, sono andati i Liberali, che però hanno una maggioranza fragile e spesso si appoggiano all'estrema destra. Copenaghen continua così a mettere in campo scelte estremamente conservatrici in fatto di immigrazione: è stato il primo Paese a decidere la chiusura delle proprie frontiere, seguita immediatamente dalla Svezia. Subito dopo, il parlamento danese ha approvato una norma che permette alla polizia di requisire denaro e oggetti di valore ai rifugiati.

Come riporta Il Corriere della Sera, quello che accade a livello nazionale si fa sentire anche livello locale. Ed ecco che in una cittadina come Randers, dove c'è un ampio sistema di welfare e un'immigrazione contenuta, emergano scelte demagogiche e discriminatorie.

Norgard Frank, esponente dell'estrema destra di Randers, ha così commentato la decisione presa in comune: "Onde limitare l’affluenza e l’influenza dei migranti, ogni residente o ospite di questa città deve mangiare carne di maiale". In questo modo, Dansk Folkeparti supera in radicalismo la Lega Nord e il Front National, che in Italia e in Francia hanno già affrontato, sollevando polemiche, la questione dei menu diversificati.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO