Attentati di Parigi: arrestato in Algeria un uomo sospettato di essere legato agli attacchi

People walk past the Bataclan concert hall in Paris on December 22, 2015, after the sidewalk in front of the venue was once again made accessable to pedestrians. A coordinated series of gun and bomb attacks at several sites in Paris on November 13, including the Bataclan concert hall, left 130 dead. / AFP / FRANCOIS GUILLOT        (Photo credit should read FRANCOIS GUILLOT/AFP/Getty Images)

Secondo i media locali, ad Akbou, nel dipartimento di Bejaia a 250 chilometri a est di Algeri, è stato fermato un uomo forse coinvolto negli attentati di Parigi. Il suo nome corrisponderebbe a quello di Zahir Mehdaoui (29 anni).

L'uomo, prima di scappare, era residente in Belgio e pare avesse saldi legami con Abdelhamid Abaaoud, la mente degli attacchi terroristici del 13 novembre che sconvolsero la capitale francese. Secondo quanto riportato da Le Figaro, per il 29 enne si parla "di una possibile appartenenza ad un gruppo terroristico (attivo) all'estero".

Secondo il quotidiano algerino Le Soir, Zouhir Mehdaoui, avrebbe lasciato l'Algeria nel 2012 per dirigersi in Turchia. Successivamente, passando attraverso la Grecia, si sarebbe stabilito a Bruxelles, dove nel 2014 pare abbia sposato una cittadina belga.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO