Russia, esplosione in miniera a Vorkuta: 36 morti

É di almeno 36 persone rimaste uccise il tragico bilancio di una serie di esplosioni all’interno della miniera di carbone a Vorkuta, nella Repubblica dei Komi, nell’aera nord-ovest della Russia.

Le prime due esplosioni, provocate da una fuga di metano, sono avvenute nella giornata di giovedì. L’incendio divampato ha provocato la morte di 4 minatori, mentre altri 26 sono rimasti intrappolati in profondità. Questa mattina la situazione è degenerata, quando una terza esplosione ha provocato il crollo della miniera.

Le autorità russe hanno confermato che 36 persone sono date per morte. Si tratta, secondo le prime stime, di 31 minatori e 5 soccorritori. Le speranze si ritrovarli in vita sono davvero poche:

La terza e potente esplosione ha portato a gravissime conseguenze. I dati indicano alte temperature e assenza di ossigeno nell’area in cui si trovavano i minatori e i soccorritori.

Al momento delle esplosioni erano presenti 110 minatori. 80 di loro sono stati tratti in salvo prima di questa mattina.

crollo-miniera-russia.jpg

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO