Prime pagine di oggi, venerdì 4 marzo 2016

La notizia del giorno è la morte dei due italiani in Libia che apre la maggior parte dei quotidiani nazionali: Il sangue degli italiani in Libia (La Stampa), Così hanno ucciso i due italiani rapiti (Corriere della Sera), Uccisi in Libia due italiani rapiti pronto l’attacco con aerei e navi (La Repubblica), Gli scudi umani dell’Isis (L’Unità), E adesso guerra seria (Il Giornale), Italiani uccisi, “scudi umani” (Il Secolo XIX), Libia, la trappola mortale (Il Mattino) e Al fronte (Il Manifesto).

Dai direttori di giornale ai conduttori della Rai: il regime di De Benedetti è il commento nel taglio alto de Il Giornale dopo la clamorosa fusione fra La Stampa e Repubblica. Libero titola a tutta pagina “Vade retro immigrati”, specificando nell’occhiello come la posizione dell’Unione Europea sugli immigrati stia cambiando. Sulla fusione Repubblica-Stampa arriva il commento di Giampaolo Pansa: Più che un matrimonio è il funerale a libertà e competizione.

Su La Stampa Il grande sogno del Family Day: diventare un partito; il movimento conservatore presenta le proprie liste in 300 comuni. Sul quotidiano torinese Il Buongiorno di Gramellini è dedicato al Marchisio proibito.

Poco spazio al decreto che consegna le case alle banche dopo 18 rate non pagate: ne parlano in prima pagina Il Sole 24 Ore e il Corriere della Sera. Il Fatto Quotidiano prende in esame gli effetti sulla concorrenza dell’Operazione Stampubblica con “esuberi, rivolta Rcs e Ansa nel mirino”. L’ex direttore Antonio Padellaro firma Gli articoli non sono parafanghi di una Fiat 500.

La rassegna stampa sportiva è su Calcioblog.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO