Virus Zika, un contagiato nelle Marche dopo essere stato a Santo Domingo

Virus Zika un caso nelle Marche

Un nuovo caso di contagio da virus Zika in Italia si è registrato a Fermo dove un uomo tornato da Santo Domingo ne ha accusato i sintomi e si è recato all’ospedale Murri. Il dottor Giorgio Amadio, primario facente funzioni de reparto di malattie infettive, ha capito di che cosa si trattava e ha avviato le terapie necessarie per aiutare il paziente.

La notizia è stata prima anticipata dal Corriere Adriatico e poi confermata oggi dal direttore del’Area Vasta 4 di Fermo Licio Lavini, che ha spiegato che il contagiato sta già bene ed è tornato a casa.

I sintomi che l’uomo aveva avvertito erano febbre, spossatezza e rush cutaneo. Come ha spiegato il dottor Amadio al Corriere Adriatico:

“La Zika ha un decorso benigno, tanto che il paziente non ha avuto alcuna complicazione. Non è facilmente contagiosa, non è trasmissibile per via aerea né per via cutanea e il fatto che sia stata diagnosticata a Fermo non deve creare alcun allarme sociale particolare”

Il virus Zika è pericoloso soprattutto per le donne in gravidanza o in cerca di una gravidanza perché nel caso in cui venissero contagiate rischiano danni al feto e il loro bambino potrebbe essere affetto da microcefalia. Questo virus è trasmesso dalle zanzare e da rapporti sessuali non protetti.

Poco più di un mese fa l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha dichiarato che il virus Zika è “un’emergenza internazionale di salute pubblica”.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO