Prime pagine di oggi, domenica 6 marzo 2016

Ancora spazio alla liberazione dei due ostaggi italiani in Libia sulle prime pagine dei principali quotidiani che troviamo in edicola oggi, domenica 6 marzo 2016. I quotidiani si concentrano sul braccio di ferro di ieri sera con le autorità libiche. Intanto, questa mattina alle 5 i due tecnici della Bonatti sono rientrati in Italia. Ad attenderli all'aeroporto di Ciampino, c'era il ministro degli Esteri Paolo Gentiloni.

Il Corriere della Sera apre con "Il lungo ritorno degli ostaggi". L'artico di fondo porta la firma di Paolo Mieli ed è dedicato alla futura missione in Libia: "La missione e i suoi pericoli". L'articolo di spalla del quotidiano di via Solferino si sofferma sul nuovo richiamo di Bruxelles sui conti: "Il richiamo Ue sui conti pubblici (e la fiducia di Padoan)". Infine, spazio alla trasformazione in spa della popolare di Vicenza: "Popolare Vicenza: la scelta della spa tra pianti e urla".

La Repubblica dedica il titolo principale sempre alla questione della liberazione dei tecnici italiani: "Libia, il caos degli ostaggi". Al centro, spazio alle proteste ad Istanbul: "Turchia, cortei e scontri con la polizia per la chiusura del giornale anti Erdogan".

La Stampa titola "La lunga notte degli italiani in Libia". Mentre l'articolo centrale si sofferma sulle scelte della Cina che celebra l'Assemblea del popolo: "La Cina promette 50 milioni di posti di lavoro". Il Fatto Quotidiano sceglie di aprire con un lungo articolo di Gustavo Zagrebelsky, in cui vengono spiegate le ragioni del no al prossimo referendum costituzionale: "Perché votare No". Al centro, il giornale diretto da Travaglio dà rilievo alla vicenda degli italiani liberati: "Libia primo pasticcio: si tratta pure per gli ostaggi liberati".

Il Giornale apre con "La Germania dà una medaglia al boia nazista di Marzabotto", in riferimento al riconoscimento dato a Wilhelm Kusterer dal comune tedesco di Engelsbrand. Libero, invece, apre con al popolare di Vicenza: "Avevamo una banca".

Il Manifesto apre polemicamente con "Insabbiato", in relazione alla prudenza mostrata da Renzi sull'intervento in Libia. L'editoriale è del sociologo Alessandro Dal Lago: "L'equilibrista del deserto", sempre in riferimento alla Libia.

Anche i giornali locali Il Secolo XIX, La Gazzetta del Mezzogiorno e Il Messaggero aprono con il rimpatrio dei tecnici italiani. Avvenire, quotidiano cattolico, apre con un'inchiesta: "Ecco come si sfrutta una madre surrogata".

L'Unità, giornale del Pd, ci ricorda che oggi ci sono le primarie in molti comuni italiani: "Buona domenica di primarie"

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO