Sudafrica, istituite borse di studio universitarie per ragazze vergini | Video

Succede nel KwaZulu Natal tra polemiche e giustificazioni.

Nel KwaZulu Natal, la provincia più popolosa del Sudafrica e situata nella parte Sud-Orientale del Paese, sono state istituite delle borse di studio universitarie rivolte esclusivamente a ragazze vergini e che dunque devono dimostrare la propria verginità. Nel momento in cui le giovani avranno il loro primo rapporto sessuale perderanno anche la borsa di studio.

Ovviamente questa iniziativa ha scatenato non poche polemiche, tanto che Dudu Mazibuko, che è la governatrice del distretto, è oggetto di numerose critiche perché è accusata di essere fautrice di pratiche invasive anti costituzionali. Tuttavia lei spiega che il motivo per cui sono state istituite queste borse di studio è per una profilassi medica, perché nel distretto la metà delle donne di età compresa tra i 15 e i 49 anni è affetta da Aids e inoltre ci sono numerosissime gravidanza indesiderate tra le minorenni.

Il ministro dello Sviluppo sociale Bathabile Dlamini ha sottolineato quanto questa iniziativa del KwaZulu Natal contribuisca ad alimentare la discriminazione femminile e ha telefonato alla governatrice per esporre le sue perplessità, ma come risposta si è sentita dire che Dudu Mazibuko ha l’appoggio di tutta la comunità.

In effetti le ragazze che stanno usufruendo delle borse di studio sono molto felici, alcune evidenziano come grazie alla loro verginità possano ottenere un aiuto economico senza il quale non potrebbero andare all’università e ritengono di poter diventare dei veri e propri role model oltre a essere sicure di non contrarre malattie sessualmente trasmissibili.

Intanto Dudu Mazibuko, nel tentativo di attenuare le polemiche, ha detto che presto l’iniziativa sarà estesa anche ai ragazzi che intendono rimanere vergini.

Borse di studio per vergini in Sudafrica

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO