Gasparri dopo il "chiesimo" su Twitter: "I critici sono teste di c..."

Maurizio Gasparri

ancora una volta all'attacco. Questa volta il senatore si scaglia contro chi ha osato criticarlo dopo uno strafalcione pubblicato sul suo account Twitter: "E' vero che Giorgia Meloni è figlia della storia di destra e proprio per quello a suo tempo le chiesimo la disponibilità", era il cinguettio apparso durante il live tweeting della sua ospitata ad Agorà.

Quel "chiesimo" utilizzato al posto di "chiedemmo" è diventato in breve virale.

La reazione del vicepresidente del Senato in un'intervista su Radio Cusano Campus: "Quelli che mi prendono in giro sono degli imbecilli, quel tweet era firmato ‘st’, c'è una mia collaboratrice che firma ‘staff’ perché era una diretta twitter di una trasmissione tv. Adesso la devo lapidare? La licenzio? È una ragazza. Le teste di c... fanno speculazioni, dico loro siete delle teste di c... Sono teste di c... che perdono tempo sulla rete. Sono incapaci di esistere, sono tossici".

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO