Firenze, morta la bimba ritrovata nei boschi di Reggello

Ambulanza Croce Rossa

Martedì 22 marzo - La bimba di 18 mesi che era stata ritrovata domenica scorsa nei boschi di Reggello insieme alla nonna di 63 anni è deceduta all’ospedale pediatrico Meyer. Ieri i medici avevano sottoposto la piccola a un intervento chirurgico all'addome: sin dal ritrovamento di domenica mattina le condizioni della piccola erano state definite “gravissime”. Nel primo pomeriggio era stato avviato l’accertamento di morte cerebrale che si è concluso in serata.

Domenica 20 marzo - Una donna di 61 anni e una bimba di 18 mesi si trovano in condizioni disperate dopo essere state ritrovate in un canalone nei pressi della frazione di Cascia, nella campagna di Reggello, in Provincia di Firenze. La nonna e la nipotina risultavano disperse da sabato pomeriggio, precisamente dalle ore 16, quando Morena Pancrazi ha portato la bimba fuori casa per fare un giro con il passeggino.

La donna non aveva con sé un cellulare e quando si è fatta notte è scattato l’allarme. Le due erano state viste per l’ultima volta alle 18. Il luogo nel quale sono state ritrovate era impervio e per effettuare il loro recupero sono stati utilizzati due elicotteri.

La bimba si trovava in stato di ipotermia ed è stata trasferita in elicottero all'ospedale pediatrico fiorentino Meyer; la nonna ha riportato un trauma cranico. Le ricerche dei Vigili del Fuoco, dei Carabinieri e dei mezzi speciali si sono protratte per tutta la notte fino a quando, alle 6.45 di questa mattina, la donna è stata trovata con una gamba rotta e un trauma cranico e la piccola in ipotermia nei pressi del passeggino.

Resta ancora da chiarire perché la donna si sia spinta nella boscaglia fino a un'altezza di 700 metri e a 15 km circa dal suo paese: si pensa che la donna abbia perso l’orientamento, ma al momento tutte le ipotesi restano aperte.

Via | TgCom

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO