Catalogna, strage di studentesse Erasmus: l'autista "Mi dispiace, mi sono addormentato"

L’autista del bus a bordo del quale viaggiavano le studentesse Erasmus morte in Catalogna a causa di un incidente avrebbe ammesso già ai servizi di emergenza che sono arrivati sul posto di aver avuto un colpo di sonno. Le sue parole sarebbero state infatti:

“Lo sento, me he dormito” (trad. “Mi dispiace, mi sono addormentato”)

Ora, in base a quanto riportato dal quotidiano catalano La Vanguardia, l’autista, 63enne, è indagato per omicidio plurimo per imprudenza secondo il codice spagnolo. L’uomo è attualmente ricoverato in terapia intensiva per una contusione polmonare e quindi oggi non si è potuto presentare davanti al giudice come era stato programmato.

Anche domani, come oggi, in Catalogna sarà giorno di lutto. Intanto due dei sei feriti italiani sono stati dimessi, mentre altri due sono gravi, ma non in pericolo di vita. Tra 13 vittime, lo ricordiamo, ci sono sette ragazze italiane: Francesca Bonello, Elisa Valent, Valentina Gallo, Elena Maestrini, Lucrezia Borghi, Serena Saracino ed Elisa Scarascia Mugnozza. Le altre sei vittime sono due tedesche, una romena, una uzbeka, una francese e una austriaca.

Oggi i loro famigliari hanno ricevuto la visita del Presidente del Consiglio Matteo Renzi, il quale ieri su Twitter, appena appresa la notizia ha commentato:

“Il cuore spezzato per le vittime italiane e per le altre giovani vite distrutte nell'incidente in Spagna”

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO