Djamal Eddine Ouali, le immagini dell'arresto a Bellizzi (Salerno)

Sono state diffuse oggi dal Mattino di Napoli le immagini dell'arresto di Djamal Eddine Ouali. L'uomo, un algerino di 40 anni, era ricercato da gennaio dalle autorità del Belgio.

Proprio a gennaio, quando era scattato l'ordine di arresto internazionale, Ouali era entrato in Italia attraverso il Brennero, decidendo di stabilirsi a Bellizzi, comune di 13mila abitanti in provincia di Salerno. Con lui la moglie, incinta.

Ouali è stato rintracciato abbastanza facilmente: lui stesso si era recato con la moglie all'ufficio immigrati della Questura per chiedere il permesso di soggiorno. A quel punto, notata una forte somiglianza con gli identikit diffusi dal Belgio, è scattato il blitz della Digos: l'uomo è stato bloccato in via Roma, vicino la Chiesa del Sacro Cuore, senza opporre resistenza. Le immagini esclusive del Mattino mostrano Djamal Eddine Ouali inginocchiato a terra su un marciapiede, sorvegliato dai numerosi agenti con il volto coperto.

L'algerino è accusato di produrre falsi documenti per terroristi implicati nelle recenti stragi in Francia e Belgio. Lui si dice innocente ma non ha rilasciato ulteriori dichiarazioni utili a far chiarezza. Dopodomani, 1° aprile, la Corte d'Appello di Salerno deciderà sulla sua estradizione in Belgio.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO