Misterbianco (Catania), trovato morto il 15enne Samuele Pappalardo

Samuele Pappalardo era scomparso martedì 29 marzo e non si era più fatto sentire. Oggi il ritrovamento del cadavere.

Samuele Pappalardo scomparso 15enne Miserbianco - Catania

3 aprile 2016 - Si sono concluse nel peggiore dei modi le ricerche del giovanissimo Samuele Pappalardo, il 15enne sparito martedì scorso da Misterbianco, in provincia di Catania. Il suo corpo senza vita, lo scrive CataniaToday, è stato rinvenuto oggi sotto il ponte del viadotto Quartararo I, lungo la strada che da Misterbianco porta a San Giovanni Galermo.

Le cause del decesso non sono ancora state diffuse - l’autopsia è già stata disposta e sarà eseguita nelle prossime ore - ma non si esclude che il giovanissimo sia deceduto poche ore dopo essersi allontanato da casa in seguito a un litigio con la fidanzata e con la mamma.

Misterbianco (Catania), 15enne scomparso. L’appello della madre

I genitori di Samuele Pappalardo cercano di mantenere alta l’attenzione su loro figlio, che da martedì 29 marzo è scomparso da Misterbianco (nella città metropolitana di Catania) e non si è più fatto sentire né con gli amici né con i parenti. Si dovrebbe trattare di un allentamento volontario, perché è uscito da casa intorno alle 11 del mattino, poi è stato visto un’ora e mezzo dopo dalle telecamere di sicurezza vicino all’abitazione di un amico. Poi è sparito nel nulla.

Il ragazzino di soli 15 anni aveva litigato con la fidanzatina e anche con i genitori. La madre, Giuseppina Longo, ha detto di averlo rimproverato proprio perché litigava spesso con la sua ragazza, ma, ha aggiunto:

“Quello che è successo non giustifica affatto un’assenza così prolungata”

Al momento della scomparsa Samuele indossava una tuta Adidas fucsia e nera con il logo della Juventus. Ormai sono passati tre giorni e la preoccupazione aumenta.

Tutta Misterbianco è in pena per lui. Il Comune ha pubblicato sul suo account Facebook ufficiale i frame di un video ripreso dalle telecamere di videosorveglianza vicino a casa dell’amico. Samuele era da solo e non aveva con sé nemmeno il cellulare.

Il suo amico ha detto che effettivamente Samuele era andato a cercarlo, ma lui non era a casa in quel momento.
Tantissimi i messaggi sui social network, anche da parte del sindaco Nino Di Guardo e della fidanzatina. Tutti gli chiedono di tornare a casa al più presto.

Un’amica di Samuele ha scritto:

“I litigi si risolvono, torna Samu, a tutto c’è una soluzione”

proprio perché in molti pensano che si tratti di un allontanamento provocato da uno stato di agitazione a causa dei litigi degli ultimi giorni, ma la madre ha detto di avere paura, perché il fatto di essere scomparso in questo modo le sembra esagerato e teme che sia successo qualcos’altro.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO