Civitanova, 55enne perde casa e lavoro: trovato morto nel garage in cui dormiva

Morto in garage

A Civitanova un geometra di 55 anni è stato trovato morto in un garage, quello in cui viveva da quando era stato sfrattato da casa, l’unico che poteva permettersi per 50 euro. Dormiva su un materasso posato per terra.

L’uomo, originario di Milano ma ormai da anni stabilitosi nelle Marche, era capo cantiere, ma dall’inizio del 2016, a causa della crisi dell’edilizia, aveva perso il lavoro. Non è così più riuscito a pagare l’affitto e dopo lo sfratto, avvenuto il 4 aprile, aveva trovato rifugio nel garage in via Saragat.

La sua compagna, invece, era andata in un istituto di suore. Proprio lei, non riuscendo a mettersi in contatto con lui, questa mattina ha allertato i soccorsi e ha scoperto che l’uomo che amava era morto. Sul corpo non c’erano segni di aggressioni, né di sostanze che potrebbero averlo ucciso. Molto probabilmente, infatti, si è tratta di un infarto o comunque di un malore che ne ha causato la morte naturale.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO