ISIS: 12enne, schiava dei terroristi, si libera grazie ai sonniferi

gettyimages-514756284.jpg Una storia da film. Una ragazzina 12enne, rapita dai miliziani dell'ISIS e portata a Mosul, una zona dell'Iraq controllata dai guerriglieri islamici, per diventare una "schiava sessuale" è riuscita a fuggire dai suoi aguzzini grazie ad uno stratagemma: dopo aver lamentato di non riuscire a dormire bene ha ottenuto dai suoi rapitori una scatola di sonniferi, ma non aveva in realtà alcuna intenzione di assumerli per sé.

La ragazza ha sciolto le pastiglie nel tè delle guardie che la sorvegliavano e si è data alla fuga, in compagnia di un'altra vittima, riuscendo a raggiungere una zona del paese controllata dell'esercito curdo. A raccontare la sua storia è Vian Dakhil, l'unica parlamentare irachena di religione yazidi, una minoranza perseguitata già ai tempi di Saddam Hussein e particolarmente colpita dall'esplosione del fenomeno ISIS in territorio iracheno. Già nel 2014 l'ONU stimava che oltre 5000 yazidi erano rimasti uccisi mentre 7000 donne erano state rapite e 50mila persone erano state costrette a fuggire cercando protezione in territorio curdo, il fenomeno non si è arrestato.

Una storia a lieto fine, dopo 4 mesi di violenze e stupri, con la 12enne che si è ricongiunta con sua madre e sua sorella, ma rimangono nelle mani dell'ISIS almeno altri due membri della sua famiglia, di cui non si conosce la sorte.

Secondo le autorità curde le ragazze rapite hanno poche alternative, se non quella di sottostare ai voleri dei propri rapitori, si stima che circa 250 ragazze sarebbero state uccise in vere e proprie esecuzioni per aver rifiutato di rispondere ai bisogni sessuali dei miliziani.

Per quest'ultimi i rapimenti e la riduzione in schiavitù di donne e uomini che fanno parte della comunità yazida è giustificata dalla mancata adesione alla religione islamica di questa minoranza. Nel 2014, in un documento interno dell'IS, venne specificato che le donne yazide potevano essere oggetto delle attenzioni sessuali dei combattenti, in particolare quelle "vergini al momento del rapimento".

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO