Siria, Aleppo: raid contro ospedale di Msf. Almeno 30 i morti (video-foto)

Ancora un attacco contro un ospedale civile ad Aleppo in Siria, in una zona controllata dai ribelli, ad opera delle forze governative di Bashar al Assad. L'attacco è avvenuto intorno alla mezzanotte di ieri ed ha causato la morte di almeno 30 civili (altre fonti parlano di 50 morti) tra i quali donne, bambini, adolescenti ed anziani. In questo attacco è morto anche un pediatra, l'ultimo che era rimasto in quella zona della città controllata dai ribelli. La struttura era gestita da Medici Senza Frontiere che stava aiutando lo staff dell'ospedale Al Quds a fronteggiare nel migliore dei modi questo stato di emergenza continua.

Si tratta di un ennesimo duro colpo per i civili coinvolti in questo ampio conflitto. Secondo quanto riportato dall'Osservatorio siriano per i diritti umani negli ultimi 6 giorni ad Aleppo avrebbero perso la vita 140 persone. La Croce Rossa ha confermato che la città è "sull'orlo del disastro umanitario" e per questo ha lanciato un appello perché si fermino "le intense battaglie che infuriano ad Aleppo, dove un importante ospedale è stato distrutto con gravi perdite di vite umane: stanno mettendo in grave pericolo milioni di persone".

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO