Iraq, tre attentati vicino a Baghdad: decine di morti | Foto

Nelle ultime ore si sono registrati altri tre attentati nei pressi di Baghdad. Il più grave è avvenuto a Saidiya, un sobborgo che si trova a Sud-Ovest della capitale, e le vittime sono pellegrini sciiti che si stavano recando alla tomba dell'ottavo Imama, Mussa al Kadhim, di cui ricorre l'anniversario della morte. Per quanto riguarda il bilancio delle vittime, è morto incerto, perché le diverse fonti fanno numeri differenti, da 13 a 22.
Secondo altre fonti di stampa, altre due esplosioni si sarebbero verificate nei pressi di Baghdad, uccidendo tre persone e ferendone otto. Gli attacchi non sono stati ancora rivendicati ufficialmente, ma dietro potrebbe esserci l'Isis.

Intanto oggi a all’interno della città di Baghdad è tornata una relativa calma dopo le proteste e le violenze del weekend con migliaia di manifestanti che hanno violato l’area di massima sicurezza della capitale, ove si trovano il Parlamento e a sede del primo ministro e delle ambasciate. La folla di sostenitori del potente leader sciita Moqtada Sadr ha cantato slogan e si è anche lanciata in saccheggi, poi, dopo una nota dello stesso Sadr, è stato deciso il ritiro dalla zona verde anche per rispetto a un importante pellegrinaggio sciita.

I manifestanti protestano contro le mancate riforme e l'immobilismo della politica e hanno promesso che ritorneranno, ma il primo ministro Haider al-Abadi, che da settimane tenta di costituire un esecutivo tecnico, ha ordinato al ministero dell'Interno di portare in tribunale le persone che hanno attaccato la zona verde.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO