Arma di Taggia, mamma cacciata da un locale perché allattava

La titolare ha giudicato indecoroso il comportamento di una trentenne che stava allattando il figlioletto di dieci mesi

Women take part in a breastfeeding flashmob to campaign for mothers' rights to breastfeed their babies in public in Antwerp on September 12, 2015. AFP PHOTO / BELGA / JONAS ROOSENS == BELGIUM OUT ==        (Photo credit should read JONAS ROOSENS/AFP/Getty Images)
Una donna di 30 anni è stata cacciata da un locale di Arma di Taggia (Imperia) perché stava allattando il figlio di dieci mesi in pubblico. “Sei una grande maleducata, sempre con la tetta di fuori!” avrebbe inveito la titolare del locale e, successivamente, il marito della donna avrebbe chiesto alla mamma di prendere le sue cose e andarsene. Il suo comportamento sarebbe stato giudicato “indecoroso” dai due gestori del pubblico esercizio.

La titolare del locale si è difesa sostenendo che la mamma avrebbe, in realtà, cambiato il bambino sul tavolo del locale, mentre altri clienti erano intenti a mangiare in sala.

In segno di protesta, alcune mamme liguri hanno deciso di manifestare allattando i propri figli davanti al locale di Arma di Taggia.

“Non mi interessa denunciare quelle persone anche perché in Italia non esiste una legge che dia torto o ragione alle madri che allattano nei locali pubblici. Quello di stamattina voleva essere soltanto un momento di condivisione con altre mamme per sostenere l’allattamento materno: un diritto e non una forma di esibizionismo o qualcosa legato al pudore”.

ha concluso la mamma vittima dell’intolleranza dei gestori del locale della località imperiese.

Via | Il Secolo XIX

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO