Siria: ucciso il comandante militare degli Hezbollah. "Colpito da raid israeliano"

mustafa-badreddine.jpg

Secondo i media libanesi, martedì notte, nelle vicinanze dell'aeroporto di Damasco, è stato ucciso il comandante militare di Hezbollah. Mustafa Badreddine sarebbe stato colpito da un raid dell'aviazione israeliana. A confermarlo è anche la tv al Mayadeen, vicina al movimento sciita. Nell'operazione avrebbero perso la vita anche due alti ufficiali dell'esercito iraniano.

Tel Aviv per il momento non commenta. A differenza di tutti i network arabi che hanno rilanciato la notizia della morte di Badreddine, i media israeliani affermano che non ci sarebbero collegamenti tra la scomparsa del comandate e l'attività dei militari dello Stato ebraico in Siria.

Come ricorda Nenanews, era dal 2008 che Israele, in Siria, non colpiva un esponente così di spicco di Hezbollah. In quell'anno anno, a Damasco, venne ucciso Imad Mughniyeh, storico comandante della guerriglia libanese. Badreddine era subentrato proprio a Mughniyeh. Da tempo guidava le sue milizie a fianco del presidente Bashar al Assad nel conflitto siriano. Insieme ai suoi uomini aveva partecipato alla battaglia per la riconquista di Qusair nel 2013, città di vitale importanza per per l'esercito governativo.

Ricordiamo che in passato la stampa ha attribuito ad Israele vari attacchi in Siria, finalizzati a stroncare il passaggio di armi agli Hezbollah. Per parte sua, Tel Aviv, in nome della sicurezza nazionale, ha sempre replicato che era suo dovere agire in questo modo.

Ora è probabile che ci sarà una reazione decisa da parte di Hebollah, che già lo scorso anno aveva perso due suoi alti ufficiali in Siria, sempre in seguito a delle operazioni militari israeliane. Stiamo parlando di di Jihad Mughniyeh, figlio del comandante ucciso otto anni fa, e di Samir Kuntar. Quest'ultimo è rimasto prigioniero per circa trent'anni in Israele. Successivamente fu liberato (nel 2008) in uno scambio tra Tel Aviv e le milizie libanesi.

Dopo la guerra di dieci anni fa nel Libano del sud, ora si teme che il conflitto tra Israele e Hezbollah possa riprendere. E ciò sarebbe un'ulteriore complicazione sullo scacchiere mediorientale.


© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO