Pena di morte, la Pfizer ferma la produzione dei farmaci per l'iniezione letale

56579745.jpg

Secondo quanto riferisce il New York Times questa mattina l'azienda farmaceutica Pfizer avrebbe deciso di interrompere la vendita dei farmaci se questi saranno utilizzati per le iniezioni letali nelle carceri americane in cui è prevista questa pratica come pena capitale ai condannati.

In realtà sono già 20 le case farmaceutiche europee e americane che hanno già annunciato iniziative simili ma la decisione Pfizer è considerata una vera pietra miliare: il colosso mondiale della farmaceutica infatti ha le dimensioni e l'influenza sul mercato in grado di dettare la strada per il settore. La compagnia farmaceutica ha infatti imposto controlli rigidi sui suoi prodotti per garantire che non vengano usati per le iniezioni letali per la pena capitale.

Secondo l'associazione Reprieve, che combatte il ricorso alla pena capitale nella giustizia, d’ora in avanti gli Stati che intendano continuare nell’esecuzione di condanne capitali potranno così solo ricorrere al mercato nero per approvvigionarsi delle sostanze:

Con questa scelta tutti i produttori autorizzati dalle autorità federali della Fda hanno ora bloccato la vendita di ogni potenziale farmaco per le esecuzioni

ha commentato Maya Foa di Reprieve.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO