Vicenza, lite in famiglia per la suocera: intervengono i Carabinieri

carabinieri3_03.jpg

E' stata una notte molto movimentata quella tra giovedì e venerdì al Villaggio del Sole, nella zona di Vicenza: una lite in famiglia è degenerata in una vera e propria rissa, tra l'altro davanti a dei bambini, alla quale hanno partecipato tutti i componenti del nucleo familiare.

Tutto è iniziato con un'accesa discussione tra moglie e marito, lui 40 anni e lei 38, con il marito stufo di avere in casa la suocera, madre di lei, con la quale la convivenza era diventata molto difficile. La discussione si è animata ed è intervenuta, ovviamente, anche la suocera diretta interessata.

"O me o lei"

ha detto l'uomo alla moglie minacciando di andarsene di casa con i figli se la suocera non avesse trovato un'altra sistemazione. La situazione è andata in stallo quando però l'uomo si è ritrovato chiuso in terrazzo. A dargli manforte è arrivata la di lui famiglia, la madre e il fratello in particolare agguerritissimi secondo quanto riferito, che sono riusciti a entrare in casa e liberarlo. La situazione è allora degenerata definitivamente, di fronte ai figli della coppia di 6 e 8 anni: chiamati dai vicini di casa quando gli agenti sono arrivati per la prima volta sul posto, i due soccorritori del marito erano agitatissimi e portavano i segni di alcuni graffi sul collo e sulle mani. L'intervento è stato il secondo in 4 ore perchè la lite non si era placata in precedenza.

E' dovuta intervenire una seconda pattuglia di Carabinieri in sostegno ai colleghi: la donna di casa ha raccontato ai poliziotti che il marito aveva tentato di ucciderla avvelenandola con l'acido muriatico. Sentite le parti e calmati gli animi, gli agenti se ne sono andati in attesa di eventuali denunce.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO