Usa, sparatoria vicino alla Casa Bianca: allarme cessato

L'uomo sospettato di aver esploso i colpi è stato ferito dalla polizia e catturato.

Casa Bianca

Aggiornamento ore 22:35 - La Casa Bianca ha reso noto in questi minuti che l'allarme è cessato dopo la sparatoria avvenuta tra Pennsylvania Avenue e Lafayette Park.
La polizia è riuscita a neutralizzare l'uomo sospettato di aver sparato, ferendolo. Sul posto sono arrivate numerose ambulanze. Secondo le prime indiscrezioni l'uomo è stato colpito all'addome e verserebbe in gravi condizioni.

Sparatoria nel pressi della Casa Bianca


Venerdì 21 maggio 2016, ore 22:05

- C’è stata una sparatoria nella zona vicina alla Casa Bianca e così la residenza del Presidente degli Stati Uniti è stata isolata e alcune strade nei pressi sono state evacuate.
La notizia è stata riferita da alcuni media locali e la CNN ha precisato che il sospetto che ha sparato è stato già arrestato e che Barack Obama non era nella Casa Bianca.

Non si sa se qualcuno dei famigliari del Presidente fosse nell’edificio del 16000 di Pennsylvania Avenue o se tutta la “first family” fosse lontana dalla Casa Bianca al momento degli spari. Di sicuro, però, c'era il vicepresidente Joe Biden.

Non è stato ancora chiarito se la sparatoria è avvenuta nel territorio della Casa Bianca oppure lì vicino, su West Executive Drive.

Il livello di allerta ora è passato da "rosso" ad "arancione". La polizia non ha dato notizie sull'identità dell'uomo arrestato che peraltro è ferito ed è stato trasportato in ospedale. L'ipotesi che circola è che si tratti di una persona con disturbi mentali.

L'uomo è stato fermato al primo check-point in cui si è imbattuto e quindi, di fatto, non c'è stato alcun rischio per gli abitanti della Casa Bianca, perché la sicurezza ha funzionato benissimo.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO