Afghanistan, Kabul: Talebani tornano in azione. Attacco kamikaze contro contractors nepalesi

kabul.jpg

Aggiornamento ore 10.25 - In un messaggio WhatsApp, i talebani rivendicano gli attacchi odierni a Kabul. Il portavoce degli insorti, Zabihullah Mujahid, secondo quanto riportato da Tolo Tv, fa sapere: "un veicolo degli invasori stranieri è stato attaccato da un attentatore suicida in una zona della capitale afgana causando molti morti e feriti".

Oggi, 20 giugno 2016, un kamikaze si è fatto esplodere nel centro di Kabul. La deflagrazione è avvenuta accanto ad un pullman che trasportava contractors del ministero degli Interni. Sempre nella capitale dell'Afghanistan, un deputato, Ataullah Faizani, è stato ferito dallo scoppio di un ordigno collocato sotto la sua auto. Ad essere sospettattati degli attentati sono uomini collegati a Network Haqqani, l’ala più estrema dei Taleban.


L'attacco kamikaze ha prodotto la morte di almeno 14 persone, tra cui alcuni passanti e una decina di guardie private, quasi tutte di nazionalità nepalese. L'attentatore avrebbe atteso nei pressi del compound, nel quale erano parcheggiati i mezzi dei contractors. Quando li ha visti uscire per andare a lavoro, il terrorista è entrato in azione.

Segnaliamo che a Kabul, nel settore della sicurezza, sono attivi molti indiani e nepalesi: lavorano a sostegno delle forze dell'ordine afghane. I loro paesi di origine, alleati del governo del presidente Ashraf Ghani, favoriscono l'impiego di contractors nella Repubblica Islamica, al fine di consolidare le relazioni diplomatiche.

Network Haqqani è una fazione nell'orbita talebana, ma che conserva una sua forte autonomia. Il leader del gruppo è Sirajuddin Haqqani, vice di Haibatullah Akhundzada, nuovo leader degli islamisti afghani, che ha scelto di saldare ulteriormente le relazioni con Al-Qaeda. Ricordiamo che durante la guerra contro l’occupazione sovietica, il padre Haqqani, Jaluddin, fu l’uomo dei servizi segreti pachistani (Isi).

Gli attacchi odierni si inserisce in un quadro di crescente tensione tra forze armate di Kabul e esercito pachistano. Alla frontiera, nella zona di Quetta, dove è stato recentemente ucciso l'ex leader dei talebani, il mullah Mansour, si stanno consumando numerosi scontri.

Intanto il negoziato di pace in Afghanistan si è arenato. I talebani e il governo di Kabul non sono riusciti ancora ad avviare una discussione costruttiva.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO