Traffico di migranti, 38 fermi. A Roma la centrale finanziaria

La polizia di Palermo ha eseguito in diverse città d'Italia, oltre al capoluogo siciliano anche a Roma, 38 fermi a carico di altrettanti soggetti accusati a vario titolo di associazione per delinquere finalizzata al favoreggiamento dell'immigrazione clandestina, all'esercizio abusivo dell'attività di intermediazione finanziaria, e associazione per delinquere finalizzata al traffico internazionale di stupefacenti, tutti aggravati dal carattere transnazionale del sodalizio criminoso.

Si tratta di 25 cittadini eritrei, 12 etiopi e un italiano che avrebbero fatto arrivare i migranti in Italia via mare o con falsi ricongiungimenti familiari e gestito una fiorente attività di traffico internazionale di droga.

Un sodalizio criminale vero e proprio atto al traffico di esseri umani e che fruttava all'organizzazione guadagni altissimi: le indagini sono state svolte dalle squadre mobili della Polizia di Palermo e Agrigento e dallo Sco (Servizio Centrale Operativo) e hanno fatto emergere una ramificata struttura organizzativa, la cui centrale delle operazioni finanziarie si trovava in una profumeria di Roma non lontana dalla Stazione Termini. Qui nel mese di giugno sono stati sequestrati 526mila euro e 25mila dollari in contanti, oltre ad un libro mastro con nominativi di stranieri e utenze di riferimento.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO