Libano, marcia di protesta per gli abusi contro profughi siriani

Con un milione di profughi siriani rifugiatisi in un fazzoletto di terra la tensione è sempre più alta anche in Libano, guidato dagli sciiti di Hezbollah: invocando ragioni di sicurezza a causa dei recenti attentati nei paesi vicini il governo libanese ha imposto misure autoritarie ed arbitrarie con il divieto per i profughi provenienti dalla Siria di circolare nelle ore notturne ed altre restrizioni delle libertà personali.

Per i trasgressori sono previste pene come i lavori forzati o l'arresto e per questo alcuni cittadini libanesi hanno organizzato una marcia di protesta a difesa dei profughi siriani in Libano, terra da sempre tormentata dalle disgrazie dei paesi e dei popoli vicini.

I migranti siriani in Libano, un quarto della popolazione nel Paese (questa, sì, una vera emergenza) sono costretti a vivere in campi improvvisati perché la solidarietà internazionale si è limitata a tessere grandi lodi del popolo libanese e della sua ospitalità.

577075484.jpg

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO