Morto 8 anni fa, non può essere seppellito per una questione di eredità

ospedale-san-maurizio-bolzano.jpg
Il cadavere di un uomo deceduto nel 2008 attende la sepoltura da otto anni in una cella frigorifera dell’ospedale San Maurizio di Bolzano. A impedirne la tumulazione è una causa giudiziaria legata alla sua eredità.

La battaglia giudiziaria continua da anni e in molti casi i periti delle varie parti in causa hanno richiesto esami del dna dell’uomo. Proprio questa sovrapposizione di perizie ha fatto sì che venisse impedita la tumulazione del cadavere. Come spiegato dall’anatomopatologo Guido Mazzoleni su La Stampa, ogni nuovo perito coinvolto nella causa “ha la facoltà di prelevare da sé i reperti per l’esame del dna e così la salma non può avere sepoltura”.

La causa è finalmente giunta in Cassazione, ma fino a quando non si arriverà a una sentenza definitiva nel procedimento la sepoltura non potrà essere effettuata.

Via | La Stampa

Foto | Google Street View

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO