Thailandia, diverse esplosioni in località turistiche: 4 morti e 40 feriti

16.00 - A poche ore dalla serie di esplosioni, le autorità hanno precisato che dalle prime indagini è emerso che sono stati utilizzati due diversi tipi di esplosivi - bombe incendiarie ed dispositivi esplosivi improvvisati.

Nessuno ha ancora rivendicato la serie di attacchi, ma si sospetta che siano stati opera dei ribelli del sud del Paese, anche se nei dodici anni di conflitti non sono mai stati presi di mira dei turisti o dei luoghi turistici.

9.30 - Una serie di attacchi coordinati hanno preso di mira alcune delle località più turistiche della Thailandia, provocando la morte di almeno 4 persone e il ferimento di altre 40, quasi tutti turisti in vacanza.

Quattro diverse bombe sono esplose nelle ultime 24 ore a Hua Hin, popolare meta turistica sulla costa a sud di Bangkok, mentre altre due esplosioni sono avvenute nella cittadina di Patong nell’isola di Phuket, molto gettonata tra i turisti occidentali.

Altre esplosioni sono state registrate a Trang, Phang Nga e Surat Thani, ma continuano ad arrivare segnalazioni di piccole esplosioni in altre località turistiche del Paese.

Secondo quanto riferisce l’ANSA, tra le persone rimaste ferite ci sarebbero anche due cittadini italiani. Uno è stato dimesso poco dopo il ricovero in ospedale, mentre per l’altro si è reso necessario un intervento chirurgico per rimuovere una scheggia dalla spalla.

Nessun gruppo ha ancora rivendicato la serie di attacchi, ma l’ipotesi più probabile è che siano stati messi in atto da ribelli separatisti. Oggi, infatti, è il compleanno della regina reggente Sirikit, consorte del re di Thailandia Bhumibol Adulyadej.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO