Papa Francesco: "Sentire 'Amatrice non c'è più' e sapere che sono morti bambini mi commuove tanto"

La notizia del terremoto in provincia di Rieti ha profondamente commosso Papa Francesco, che oggi ha sospeso le catechesi e invitato tutti i presenti a Piazza San Pietro a recitare il Santo Rosario.

Il pontefice, subito dopo aver effettuato il suo tradizionale giro in piazza, ha preso la parola ricordando il dramma dopo il sisma di questa notte.

"Avevo preparato la catechesi di oggi, come per tutti i mercoledì dell'Anno della Misericordia, ma dinanzi alla notizia del terremoto che ha colpito il centro Italia, devastando intere zone e lasciando morti e feriti, non posso non esprimere il mio grande dolore e la mia vicinanza a tutte le persone presenti nei luoghi colpiti dalle scosse, a tutte le persone che hanno perso i propri cari e a quelle che ancora si sentono scosse dalla paura e al terrore. Sentire il sindaco di Amatrice dire 'il paese non c'è più' e sapere che ci sono anche bambini tra i morti, mi commuove davvero tanto.

"Voglio assicurare la nostra preghiera a tutte queste persone nei pressi di Accumuli, Amatrici o altrove", aggiunge il pontefice ricordando - oltre il Lazio - anche Umbria e Marche. "Siate sicuri della carezza e dell'abbraccio di tutta la Chiesa che desidera stringervi dell'amore materno e anche del nostro abbraccio in piazza".

Bergoglio ha inoltre ringraziato "tutti i volontari e gli operatori della Protezione Civile" per l'incessante lavoro di queste ore.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO