Yemen, attentato contro un centro di reclutamento

Lo Stato Islamico ha rivendicato un attentato presso un centro di reclutamento di Aden, in Yemen: il bilancio, ancora provvisorio, è di ben 60 morti per mano di un attentatore suicida. L'esercito yemenita combatte su un duplice fronte: contro i ribelli sciiti houthi e le milizie sunnite islamiste.

La notizia è stata resa nota da fonti della sicurezza yemenita, che hanno precisanto che i feriti sono almeno 29 e che il bilancio delle vittime potrebbe aggravarsi ulteriormente.

La rivendicazione di Isis sarebbe avvenuta tramite l'agenzia Amaq, organo di propaganda dell'organizzazione terroristica: secondo la ricostruzione fornita da Askanews aapprofittando dell'apertura dei cancelli della scuola per l'entrata di un furgone per le consegne un attentatore suicida ha fatto esplodere un'autobomba in mezzo a un gruppo di reclute.

Aden, strappata dalle forze lealiste ai ribelli sciiti houthi nel luglio del 2015 e dichiarata capitale provvisoria dello Yemen, è teatro dal novembre scorso di numerosi attentati contro forze di sicurezza e dirigenti politici, alcuni dei quali rivendicati da organizzazioni terroristiche come al-Qaida e l'Isis.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO