Amatrice: cambi di residenza per ottenere fondi

Non solo sciacalli ad Amatrice: l'ultimo brutto fenomeno, sul quale sta già lavorando la Procura di Rieti, riguarda alcuni cambi di residenza sospetti. Sono diverse, infatti, le persone che hanno richiesto negli ultimi giorni di trasferire la propria residenza proprio nel Comune pesantemente colpito dal terremoto del 24 agosto.

La situazione verrà analizzata caso per caso, eppure appare chiaro che dietro l'anomalia di queste richieste si nasconde qualche "furbetto" che sta pensando di ottenere i fondi di ricostruzione che saranno dati a coloro che hanno la prima casa ad Amatrice e negli altri comuni terremotati.

Il sindaco Sergio Pirozzi ha confermato ai cronisti l'aumento delle richieste, spiegando si tratta di circa dieci casi sospetti: "Ho dato subito indicazioni all'ufficio anagrafe del Comune di avvertire la gente che fa la richiesta di residenza che la loro richiesta poi andava al vaglio sia della Guardia di Finzanza che dei Carabinieri. Vogliamo evitare speculazioni".

Le richieste sono state effettuate, per la maggior parte, da persone che attualmente hanno la residenza e prima casa a Roma e la seconda casa ad Amatrice.

Il primo cittadino di Amatrice ha spiegato che negli ultimi giorni l'attività di "messa in guardia" degli uffici comunali è servita per arginare il fenomeno, "scoraggiando chi pensava di aggirare le regole o avere contributi non legittimi".

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO