Marò, Latorre resta in Italia

maro-girone-latorre.jpg

Il fuciliere di Marina Massimiliano Latorre resterà in Italia: il Marò, a processo in India con il commilitone Salvatore Girone, non dovrà rientrare nel Paese asiatico fino al termine dell'arbitrato internazionale.

La decisione è stata presa dalla Corte Suprema indiana ed è stata accolta con favore dalla diplomazia italiana:

"La Farnesina accoglie con soddisfazione la decisione odierna della Corte Suprema indiana che ha esteso a Latorre, come richiesto dall’Italia, il diritto a restare in patria fino alla conclusione del procedimento arbitrale. L’India ha così applicato anche a Latorre la decisione resa il 29 aprile scorso dal Tribunale arbitrale istituito a L’Aja, che si era espresso in tale senso con riferimento al Fuciliere di Marina Salvatore Girone.

Si tratta di un passaggio importante che riconosce l’impegno intrapreso dal Governo italiano con il ricorso all’arbitrato internazionale per fare valere le ragioni dei nostri due Fucilieri di Marina. Con identico impegno l’Italia affronterà i prossimi passaggi del procedimento arbitrale, che entra ora nel merito del caso della Enrica Lexie."


Latorre venne colpito da un ictus nel 2014 e da allora la stessa Corte indiana aveva emesso diversi permessi per consentire al marò di rimanere in Italia e ricevere le cure mediche. L’ultimo permesso sarebbe scaduto il prossimo 30 settembre. I legali del fuciliere hanno richiesto l'applicazione per Latorre della stessa decisione presa nei riguardi di Salvatore Girone, autorizzato ad attendere in Italia la sentenza della Corte permanente di arbitrato dell’Aja, istanza accolta con favore dalla Corte.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO