I migranti finiscono in mare, il video del drammatico salvataggio

Le immagini del video girato dall'Agence France-Presse mostrano il drammatico salvataggio di martedì 4 ottobre di un gruppo di migranti, a bordo di un sovraffollato barcone in difficoltà a circa 20 chilometri dalle coste libiche.

Dalla nave di soccorso, The Astral della ONG Proactiva Open Arms, si vedono diverse persone che cadono in mare a causa della calca mentre altre si tuffano quando avvistano i soccorsi, cercando di nuotare e restare a galla grazie ai galleggianti lanciati dai soccorritori. Secondo i superstiti c'erano almeno mille persone a bordo del barcone, 29 sono state trovate morte per asfissia a causa dei fumi tossici del motore o dell'eccessiva calca.

Negli ultimi due giorni sono oltre 10mila i migranti salvati nel Canale di Sicilia: tra il 3 e il 4 ottobre le operazioni di soccorso della Guardia Costiera sono state 72 e l'ultimo intervento si è rivelato piuttosto complicato. La Guardia Costiera ha infatti intercettato 27 gommoni, cinque piccole imbarcazioni e un barcone che trasportavano un totale di 4665 persone.

Alle diverse operazioni hanno partecipato la Nave Corsi CP906, le motovedette CP302 e CP322 della Guardia costiera di Lampedusa, un'unità della Marina militare italiana e una di quella dell’Irlanda, una del dispositivo Frontex, un mercantile, due rimorchiatori privati e diverse navi delle organizzazioni non governative Moas, Life Boat, Open Arms e Watch the Med.

Dall’inizio del 2016 sono circa 142mila le persone che hanno provato a sbarcare sulle coste italiane. I morti sono stati oltre 3100.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO