Lecce, la fidanzata chatta su Facebook e lui spara sulla casa del presunto rivale in amore

Un uomo di 23 anni è stato arrestato oggi a Lecce con le accuse di tentato omicidio, danneggiamento, porto abusivo d'arma e minacce, quest'ultimo reato in concorso con una persona che non è ancora stata identificata. Secondo la ricostruzione fornita dalla polizia, l'uomo avrebbe tentato di uccidere un presunto rivale in amore dopo aver scoperto una chat su Facebook tra la sua fidanzata e la vittima di questa storia. Dopo aver scoperto e quindi letto la conversazione, l'arrestato ha contattato sempre attraverso il social network il suo presunto rivale e l'ha minacciato. Lo stesso ha fatto anche un altro uomo, un suo amico, ancora non identificato.

Dalle minacce è però presto passato ai fatti, recandosi armato presso l'abitazione della vittima insieme ad un'altra persona. In un primo momento ha cercato di sfondare la porta d'ingresso e, successivamente, ha esploso un colpo di pistola verso una finestra. Il proiettile esploso ha sfiorato di pochissimo la vittima che proprio in quel momento era al telefono con un operatore del 113 e si stava avvicinando alla finestra per controllare se i due si fossero allontanati. Il rumore dello sparo è stato quindi registrato dalla polizia, che si è subito attivata per arrestare il colpevole, pur non rivenendo nella sua abitazione la pistola utilizzata per l'agguato. Adesso gli agenti sono al lavoro per individuare e quindi arrestare anche il secondo uomo.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO