La tratta delle nigeriane nell'Italia dei migranti

Secondo quanto denunciato dall'Organizzazione internazionale per le migrazioni sono sempre di più le donne nigeriane che finiscono nella rete dei trafficanti di donne, finendo nelle mani di persone senza scupoli e ritrovandosi in una condizione di sfruttamento e sudditanza, spesso diventando schiave del sesso. Un fenomeno in crescita, combattuto sia dalle Forze dell'Ordine che da diverse associazioni che all'arrivo in Italia delle donne migranti provenienti dall'Africa subsahariana cercano in ogni modo di tutelarne l'incolumità.

"Riteniamo che circa il 70-80% sia a rischio tratta, quindi quello che facciamo innanzitutto è informarle di quello che avviene in Italia, del fenomeno che loro chiaramente non conoscono. Arrivano qui piene di speranza, credendo in un futuro migliore. Il nostro compito purtroppo è quello di spezzargli questo sogno. [...] Quest'anno purtroppo sono sempre di più le donne nigeriane vittime di tratta minori, addirittura al di sotto dei 15 anni, vediamo anche arrivare ragazzine di 12 o 13 anni. [...] Bisogna conoscerle, metterle a proprio agio, abbiamo tutta una serie di tecniche che abbiamos viluppato negli anni per cercare di fare aprire la ragazza. Perché naturalemnte la prima difficoltà è creare un legame di fiducia, molto spesso i trafficanti dicono alle ragazze di non fidarsi dell'uomo bianco. E questo è un primo ostacolo"

ha dichiarato ad Askanews Luca Pianese dell'Organizzazione internazionale per le migrazioni, ricordando quanto è complesso l'approccio con queste persone nella fase di sbarco.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO