San Vito al Tagliamento (Pordenone): col niqab in municipio, condannata

niqab-1.jpg Una donna di 40 anni è stata condannata a quattro mesi di arresto, convertiti in 30 mila e 600 euro di multa, per essere entrata nel municipio della propria città coperta con il niqab, il velo che copre l'intero volto lasciando scoperti solamente gli occhi.

La donna si era recata a una seduta del Consiglio comunale dei ragazzi di San Vito al Tagliamento, in provincia di Pordenone, perché tra gli eletti del parlamentino dei bambini c'era anche suo figlio.

Il Messaggero Veneto riporta che in quell'occasione il sindaco di San Vito aveva chiesto di far accompagnare fuori la donna per farla poi identificare. La 40enne era poi rientrata in aula e il sindaco aveva fatto interrompere la giunta dei piccoli.

Il Gip di Pordenone ha firmato oggi la sentenza di condanna basata sull'articolo 5 della legge 22 maggio 1975, che recita:

È vietato l'uso di caschi protettivi, o di qualunque altro mezzo atto a rendere difficoltoso il riconoscimento della persona, in luogo pubblico o aperto al pubblico, senza giustificato motivo.

Foto d'archivio: Getty Images

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO