Afghanistan, attacco consolato tedesco

È stata fortissima l'esplosione che ha devastato ieri il consolato tedesco di Mazar-i-Sharif, nel nord dell'Afghanistan: un camion imbottito di esplosivo è saltato in aria lanciandosi contro la struttura e nell'attentato sono morte quattro persone. Il soffio dell'esplosione è stato tanto violento da rompere i vetri delle abitazioni in un raggio di diversi chilometri e ha svegliato gli abitanti di tutta la città.

In Germania è stata aperta una unità di crisi al ministero degli Esteri e il capo della diplomazia tedesca Frank-Walter Steinmeier ha convocato una riunione d'emergenza. L'attacco è stato rivendicato dai Taliban, mai così forti e potenti come nel 2016, giustificato come "una rappresaglia" per il raid degli Stati Uniti nella provincia di Kunduz all'inizio del mese, che aveva causato la morte di 32 civili.

Secondo quanto riportato da Askanews tra i feriti, alcuni in condizioni estremamente gravi, vi sono anche 10 bambini.

Dopo l'attentato, i soldati della Bundeswehr hanno presumibilmente sventato un altro attacco. Secondo lo Spiegel i militari, che garantivano il cordone di sicurezza attorno al luogo colpito, hanno sparato contro tre uomini in motocicletta che non si sono fermati all'alt. Due di loro sono stati uccisi, un altro è rimasto gravemente ferito.

An Afghan security official walks at the site of an attack targeting the German consulate in Mazar-i-Sharif on November 11, 2016.  A powerful Taliban truck bomb struck the German consulate in Afghanistan's northern Mazar-i-Sharif city late on November 10, killing at least two people and wounding more than 100 in a major militant assault in the war-torn country. / AFP / FARSHAD USYAN        (Photo credit should read FARSHAD USYAN/AFP/Getty Images)

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO