Mafia nigeriana a Palermo, 17 arresti

La polizia di Palermo, coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia, ha disarticolato una pericolosa organizzazione mafiosa, transnazionale, con base in Nigeria, denominata "Black Axe": 17 le persone fermate in tutta Italia, accusate a vario titolo di appartenere alla mafia nigeriana.

L'organizzazione era riuscita ad acquisire la gestione e il controllo di redditizie attività economiche.

"E' un'organizzazione trasnazionale, con una struttura molto rigida, con capi-strutture e con attività che vanno dallo spaccio di stupefacenti allo sfruttamento della prostituzione, alla tratta di esseri umani"

ha spiegato alla stampa il questore di Palermo Guido Longo: l'operazione di Polizia ha consentito di azzerare i vertici dell'organizzazione e di ricostruirne la fisionomia e la struttura, basata su rigide regole fatte di "battesimi" e rituali d'affiliazione dei membri. Riproduceva al suo interno un piccolo Stato. Ogni membro aveva la propria carica e il proprio compito.

Tra i fermati c'è anche quello che viene considerato il capo della base italiana dell'organizzazione, chiamato "Head della Zone", catturato a Padova; sarebbe stato in costante contatto con il capo supremo in Nigeria e con i membri delle altre articolazioni nazionali, europee e mondiali.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO